Ad Albano adesso spuntano “le metastasi della Meloni”

Da Federica Nobilio, capogruppo di Fratelli d’Italia ad Albano, riceviamo e volentieri pubblichiamo

Come trasformare un movimento popolare ambientalista in un comitato elettorale del PD condito con i soliti odiatori seriali.

Ad Albano da un po’ è ritornato caldo il tema dei rifiuti e del loro smaltimento con l’ipotesi di riapertura della discarica e della rimessa in funzione dell’impianto TMB tanto che i superstiti del comitato NO INC organizzano un’assemblea pubblica nella sala Giunta del comune per discutere dell’argomento. Ospite d’onore il delegato ai rifiuti di Italia Viva. Ma siccome la democrazia la sbandierano tutti ma piace a pochi, l’incontro pubblico si scopre che invece a tutti non era aperto. In un post di Facebook e a quanto pare anche nel corso dell’assemblea, uno dei portavoce del comitato si sente legittimato ad insultare il consigliere della Lega presente all’incontro, la sottoscritta e Giorgia Meloni.

Gli insulti “ambientalisti” di Albano

Vorrei sommessamente precisare al sig. Garofalo, autore dell’edificante scritto, che l’amico Orciuoli, magari perché nuovo a queste battaglie, ha forse peccato di ingenuità nel presentarsi e proporsi per il presidio. Io invece, che vi conosco bene, è da tempo che non vi considero più interlocutori credibili. Se avessi ritenuto in qualche misura utile partecipare infatti lo avrei fatto come sempre mettendoci la faccia e non certo inviando delle “spie” come probabilmente siete abituati a fare voi, nostalgici di vecchi sistemi sovietici di controllo. Le mie battaglie le faccio nelle sedi opportune e cioè in consiglio comunale e tra la gente cercando anche di dare informazioni corrette e non giocando solo sulle paure.

Le “metastasi” della Meloni

Infine la perla: due donne appellate come “METASTASI DELLA MELONI”. Mi auguro che insieme a Giorgia si valuti seriamente la possibilità di querelare l’autore del post perché, cari amici paeudoambientalisti, debbo immaginare che non abbiate mai avuto una persona cara malata di cancro, non abbiate mai dovuto combattere con il terrore di sentir dire che le metastasi si erano diffuse e che non c’era più nessuna speranza.
Perché se così fosse non osereste usare simili parole associando una donna perbene come Giorgia Meloni al peggiore dei mali.Mi aspetto una netta presa di distanze da tutte le forze politiche albanensi perché al contrario se si è così disperati da avallare questi odiatori seriali in cerca di autore vuol dire che si è davvero ridotti tanto male...
Federica Nobilio
Capogruppo Fratelli d’Italia
Albano Laziale
Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *