Buche a Monte del Marmo? Dovete andare piano

A Monte del marmo buche come crateri

Buche come crateri a Monte del marmo, periferia nord ovest di Roma. Niente di nuovo, si dirà. Roma purtroppo è messa così un po’ ovunque. Vero, ma se possibile da queste parti la situazione è anche peggiore. Il quartiere è nato oltre vent’anni fa, uno dei tanti piani di zona delle periferie romane. Con il tempo sono arrivati la luce, l’autobus, lo svincolo sul raccordo. E proprio qui sta il punto. L’ANAS che gestisce il Grande raccordo anulare ha realizzato il nuovo svincolo, con tanto di segnaletica orizzontale e verticale. Oggi dal GRA si può uscire verso il centro commerciale di zona e l’hotel Papillo, oppure girare verso Monte del marmo. Se abitate da quelle parti, o se vi trovate a passare di là, a questo punto arriva la sorpresa.

Le strade di Monte del marmo non sono di nessuno

Il dato incredibile è che il comune di Roma non ha mai provveduto all’acquisizione delle strade a Monte del marmo. L’ANAS è arrivata qualche centinaio di metri oltre lo svincolo del raccordo, poi per loro il compito era terminato. E l’amministrazione capitolina ha fatto orecchie da mercante. Come le tre celebri scimmiette della storia, non vedo, non sento e non parlo. Ma recentemente qualcuno dal municipio 13 ha risposto. E la risposta è a dir poco allucinante.

Ci sono le buche? Dovete andare piano

Un associato al consorzio di zona, trova il coraggio e mette le sue proteste nero su bianco. Sono dieci anni che abito qui, la situazione è insostenibile. Le vie sono impraticabili, il manto stradale inesistente, pieno di buche e voragini. Il municipio ha intenzione di fare qualcosa? La risposta dell’Ufficio tecnico municipale è degna di scherzi a parte, se non si parlasse della sicurezza delle persone e degli elementari diritti alla mobilità dei cittadini: il codice della strada prescrive che durante la guida si adottino tutte le attenzioni del caso in relazione alle condizioni del manto stradale, se ritiene che la strada sia pericolosa cambi percorso. Quando si dice essere vicino ai cittadini.

A quando l’acquisizione?

Ma il problema vero ed irrisolto resta l’acquisizione delle strade di Monte del marmo, perchè se gli abitanti hanno pagato gli oneri di urbanizzazione e negli anni si sono visti portare la luce, gli autobus e gli allacci in fogna, non ha nessun senso che il comune continui a fare finta di niente e lasci le strade allo stato brado. La sicurezza non ha prezzo, e prima che ci scappi il morto speriamo che qualcuno dal Campidoglio e dal municipio si metta una mano sulla coscienza, trovi i soldi necessari e metta in sicurezza la viabilità di tutta la zona.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *